Speedflying-Main-Banner

HIKE AND FLY NELLE DOLOMITI

#ATHLETESTORY

Ci hai mai pensato? Ogni cima delle Dolomiti è stata salita. Allora dov’è lo spazio per l’avventura? Ce n’è ancora? E dove?
È una fredda alba d’autunno. Mentre i primi raggi del sole accarezzano le punte arancioni dei larici, un uomo da solo sale verso il rifugio Pedrotti, sulle Pale di San Martino. Porta con sé poche cose: una tendina, un po’ di cibo, un parapendio, una vela da speedflying. Aaron Durogati sta per rispondere a quella domanda, provando qualcosa che pochi anni fa sarebbe stato impossibile: fare il pelo alle rocce giù per gli stretti canaloni di queste montagne con la vela da speedflying, atterrare, camminare, ripartire con il parapendio in cerca di una nuova linea adrenalinica ed estetica, dormire da qualche parte e ricominciare appena sorge il sole.
Sì, c’è ancora spazio per l’avventura. Perché l’importante non è dove vai, ma come ci arrivi.

LEGGI LA STORIA COMPLETA

Speedflying-Slider-Small-Banner-2
Speedflying-Slider-Small-Banner-1