YANNICK BOISSENOT

NAZIONALITÀ: FRANCESE
DATA DI NASCITA: 11/03/1984
ATTIVITÀ PRATICATA: SCIALPINISMO, ALPINISMO, ARRAMPICATA

BIO


Yannick Boissenot non avrebbe potuto non sciare. È nato a Les Arcs, una località sciistica dell’Alta Savoia, ed ha messo gli sci per la prima volta poco dopo aver imparato a camminare, a tre anni. Durante l’infanzia ha passato molto tempo con suo fratello, più grande di lui, scoprendo di amare le molteplici forme dell’arrampicata almeno quanto la neve.

A ventiquattro anni Yannick parte per un viaggio di scoperta, per capire meglio se stesso ed uno specifico angolo di mondo. Questi due mesi in Nepal lo segnano profondamente, dandogli la motivazione per mescolare sempre più alpinismo e sci, al fine di tornare a visitare quelle montagne gigantesche potendole salire e scendere in sicurezza.

Dopo tante spedizioni tra Groenlandia, Alaska, Peru, Pakistan ed India, i giganti del Nepal sono ancora saldamenti impressi nella sua mente.

 

Attività praticate:
Yannick ama vivere il proprio ambiente a tutto tondo e creare contaminazioni tra le cose che fa. Per questo motivo nel carnet delle sue passioni ha “completato” lo scialpinismo con l’arrampicata e l’alpinismo.

Hobby:
Nel suo tempo libero Yannick ama praticare un’attività antica e nobile per persone curiose: la ricerca di cristalli.

Luogo preferito:
Di sicuro Chamonix. Yannick ci è andato la prima volta nel 2010, e non è più andato via. Un luogo magnifico e imbevuto di storia in cui la stagione per lo sci ripido dura da novembre a giugno inoltrato.

Libro preferito:
“Il pensatore senza pensieri”, di Giovanni Quirici. Giovanni era un grande alpinista e soprattutto un amico, morto sull’Eiger alcuni anni fa. Il suo libro è un inno alla vita.

Paura più grande:
Yannick ha paura di abituarsi alla paura, di perderne il senso. Se capitasse, se si sentisse troppo a suo agio, allora sarebbe il momento di smettere con lo sci ripido.

RESULTS


PROJECTS

  
2017 

Opened new route Shivas Ice, Mount Shivling (6543m), India. A new mixed route up the Northeast face of Mount Shivling with Vittorio Messini.

1st ascent of Stigmata, Heiligkreuzkofe (2907m), Italy with Andrea Oberbacher. A steep unclimbed face in the Dolomites.

1st Winter traverse of Tre Cime with Michi Wohleben. A traverse including the three main summits of Tre Cime di Lavaredo.

2016  

Awarded Mountaineer of the year in Italy.

1st ascent of Oblivion Endstand; Piz d’Ander (3204m), Italy. A steep unclimbed face in the Dolomites.

2015  

1st ascent of Erbe der Väte; Cima Gande (2999m), Italy – New route at Cima Grande with Andrea Oberbacher.

1st ascent of Odysee at the Eiger; Eiger (3967m), Switzerland - The most difficult Big Wall route on the Eiger Northface with Robert Jasper, Roger Schäli.

2nd ascent of Cruz Del Sur; La esfinge (5325m), Peru. A remote peak in Andes Mountains.