Si può diventare un grande alpinista solo per caso? Può una storia cambiare una vita?
Nella vita di Simon sono racchiusi dei buoni indizi per dare una risposta a queste domande. Nato e cresciuto a Luttach, in Ahrntal, ha sempre lavorato principalmente come contadino nella bauernhof (fattoria) di famiglia e successivamente come falegname. Il suo primo contatto con l’arrampicata è avvenuto del tutto per caso; all’incirca quindici anni fa, in occasione di un’escursione tra Dobbiaco e Brunico, ha chiesto un passaggio a un alpinista. Da lì è nato tutto: i racconti e le storie delle montagne e delle rocce lo hanno spinto a inerpicarsi sulle vette.
È passato del tempo da allora e oggi, appena può, Simon Gietl si dedica alle montagna, con l’obiettivo di reinventare l’arrampicata alpina e sportiva.

PROGETTI

  
2019

Una spedizione in Karakorum, il cui obiettivo è la nord del Latok

La via di misto “Kalipe” sulla parete nord del Sass de Putia

Il percorso misto "Räuber Hotzenplotz"

Traversata in solitaria delle Tre Cime di Lavaredo

 

2018

"Alles im Kasten" è il nome della nuova via d'arrampicata che l'atleta Salewa Simon Gietl e Vittorio Messini hanno aperto e liberato di recente sul Mittlere Kasten, negli Alti Tauri

Il 18 ottobre 2018 Simon Gietl ha scalato in solitario libero la Lacedelli sulla parete sudovest di una classica delle Dolomiti, la Cima Scotoni

"Riesci a sentirmi?" Simon Gietl sussurra al vento, sulla vetta di cima Scotoni, dopo aver finito di aprire una nuova via.

Il tempo ha reso tutt'altro che facile a Simon Gietl e Vittorio Messini portare a termine il progetto North3

North3 - Il Progetto

Sinceramente vostra

 

2017 

Apertura del nuovo percorso alpinistico "Shivas Ice"; punta Shivling (6543m), Himalaya (India) con Vittorio Messini – un percorso misto lungo la parete Nordest della punta Shivling.

Prima salita lungo il percorso “Stigmata”; punta Heiligkreuzkofel (2907m), Italia con Andrea Oberbacher– una ripida parete ancora vergine nelle dolomiti.

Traversata invernale delle Tre Cime di Lavaredo, Italia con Michi Wohlleben – un percorso includente le tre impressionanti vette che compongono questo gruppo montano.

 

2016  

Nominato alpinista dell´anno in Italia.

Prima salita sull´Oblivion Endstand; Piz d´Ander (3204m), Italia – una ripida parete ancora vergine nelle dolomiti.

 

2015  

Prima salita sull´Erbe der Väter; Cima grande (2999m), Italia – nuovo percorso con Andrea Oberbacher.

Prima salita di Odyssee sulla parete Nord o “Big Wall” dell´Eiger; Eiger (3967m), Svizzera - ovvero il suo lato più difficile, con Robert Jasper e Roger Schäli.

Seconda salita sul "Cruz del Sur"; La esfinge (5235m), Perù - con Bubu Bole e Silvo Karo.

"AGISCO GLOBALMENTE, MA LE DOLOMITI SONO IL MIO RETAGGIO, SONO, IN PRATICA, IL CORTILE DI CASA, LO STADIO IN CUI POSSO SCATENARMI".

Simon Gietl

L'EREDITÀ DEGLI ANTENATI

L'EREDITÀ DEGLI ANTENATI

Calma totale. Fine giugno, giornata infrasettimanale. Il momento perfetto per una visita alle Tre Cime. È una di quelle giornate in cui vedi soltanto gracchi e raggi di sole luminosi che svelano le Dolomiti per quello che sono realmente.

LEGGI DI PIÙ

OBLIVION

OBLIVION

Simon Gietl and Andrea Oberbacher establish impressive new route on previously unclimbed Dolomite face.

LEGGI DI PIÙ

PROGETTI SPECIALI

Luogo preferito

Una sola parola: Dolomiti.

Libro preferito

“Pareti del mondo. Storie, vie, esperienze vissute” di Reinhold Messner. Simon ha trovato il libro dai suoi genitori qualche anno fa e ancora oggi lo legge di tanto in tanto. Sfogliare le ultime pagine è stato il punto di partenza per molte arrampicate.

Paura più grande

Simon afferma di avere paura del suo coraggio, la paura di non saper riconoscere i limiti che non andrebbero oltrepassati.

Attività praticate

La vita di Simon ruota intorno all’idea della scoperta e della definizione di nuovi percorsi su cui arrampicarsi: moderni e difficili, usando sempre le protezioni tradizionali. Adora viaggiare ed esplorare luoghi nuovi e inaspettati, ma le Dolomiti rimangono sempre la sua fonte di ispirazione, il suo parco giochi per eccellenza.
Simon è un alpinista vero, fin nel midollo. Non disdegna però altre attività come la corsa, il ciclismo e lo sci escursionistico: sono ottime per allenarsi divertendosi, nonché per raggiungere la montagna in modo rispettoso dell’ambiente.

Hobby

Simon adora fare le passeggiate insieme alla moglie e ai figli. Per lui, la famiglia è davvero molto importante, ecco perché cerca di dedicarle tutto il tempo possibile. Che si tratti di cucinare assieme o giocare in giardino non fa differenza: ogni momento condiviso è importante. Simon è affascinato dalla velocità con cui crescono i bambini: ieri non sapevano camminare e oggi corrono nello spogliatoio delle donne nel centro arrampicate locale.

SIMON GIETL

NAZIONALITÀ: ITALIANA
DATA DI NASCITA: 05/11/1984
ATTIVITÀ: ARRAMPICATA ALPINA

SHIVA'S ICE

SHIVA'S ICE

L'arrampicata su neve e ghiaccio ha un suono peculiare, un ritmo tutto proprio. Fai oscillare l'attrezzo, senti come la piccozza morde il ghiaccio, fai oscillare di nuovo. Respira.

LEGGI DI PIÙ

STIMMATE

STIMMATE

Val Badia: you’ll never forget the first time you see it. It’s one of those landscapes that when you talk about it to someone who’s never been there they’ll think you’re making it up.

LEGGI DI PIÙ

LATOK: TORNARE INDIETRO

LATOK: TORNARE INDIETRO

Avere sogni ambiziosi e realizzarli è una cosa difficile.
Ma ce n’è una ancora più difficile: avere sogni ambiziosi e non realizzarli.

LEGGI DI PIÙ

NORTH3 LA STORIA

NORTH3 LA STORIA

A volte succede che cose eccezionali inizino in maniera semplice, quasi banale. Con una domanda che potresti ascoltare al parco giochi, per esempio.

LEGGI DI PIÙ

ORCA

ORCA

Il progetto trad di Simon e Manuel Gietl sul Durrerspitze: la storia di una relazione fraterna, cresciuta in mezzo ai sassi

LEGGI DI PIÙ

LE SCELTE DI SIMON GIETL

TRAVERSATA IN SOLITARIA DELLE TRE CIME DI LAVAREDO

TRAVERSATA IN SOLITARIA DELLE TRE CIME DI LAVAREDO

La decisione di tentare la traversata in solitaria delle Tre Cime di Lavaredo mi ha portato a vivere un’esperienza molto intensa, un viaggio senza eguali verso i più intimi recessi del mio essere e i più remoti confini del mio universo emotivo.

LEGGI DI PIÙ

RIESCI A SENTIRMI?

RIESCI A SENTIRMI?

"Riesci a sentirmi?" Simon Gietl sussurra al vento, sulla vetta di cima Scotoni. Non c’è nessuno, nessuno risponde.

LEGGI DI PIÙ