PAUL GUSCHLBAUER

NAZIONALITÀ: AUSTRIACA
DATA DI NASCITA: 25/12/1983
ATTIVITÀ: SPEED HIKING, PARAPENDIO, AVVENTURA

SCOPRI LE SPEDIZIONI DEGLI ATLETI

BIO


Paul Guschlbauer, GuschlPOWER per gli amici, è una persona profondamente curiosa. Da piccolo, suo padre lo ha fatto appassionare alla mountain bike e a 13 anni ha vinto la sua prima gara. Dopo essersi diplomato alle scuole superiori e dopo i primi tempi l’università, ha iniziato a chiedersi cosa volesse fare nella vita. Gli sport alpini sono stata la risposta che cercava. Si è dedicato all’alpinismo e all’arrampicata fino a quando ha scoperto il parapendio: è stato amore a prima vista. Tutto è iniziato con la lettura di un articolo sul parapendio cross country; la settimana dopo stava già partecipando al suo primo corso.
Dopo diversi anni di esplorazione e competizione, ha sentito l’esigenza di spingersi oltre ed estendere i confini delle sue passeggiate e avventure. Così ha acquisito un brevetto, ha acquistato un aeroplano di piccole dimensioni ed è diventato pilota di bush flying.

Attività praticate:
parapendio e bush flying. Il parapendio è parte integrante di tutte le sue avventure perché trasforma le montagne in un parco giochi. Il bush flying crea una prospettiva del tutto diversa, che ti consente di spingerti oltre, per andare dove non sei mai stato ed esplorare luoghi nuovi. A breve Paul inizierà il suo primo progetto globale.
Paul pratica anche sci escursionistico, mountain bike, trail running, arrampicata su roccia e sci nordico. Abbina attività come l’escursionismo e il volo per andare a esplorare zone remote.
Hobby:
Paul adora dedicarsi a nuove esperienze e imparare cose nuove. Di recente ha scoperto i video e la fotografia: immortalare un momento è qualcosa di diverso rispetto a ciò che fa di solito. Probabilmente è per questo che gli piace tanto
Luogo preferito:
casa dolce casa.
Libro preferito:
“Una vita intera” di Robert Seethaler. “Da un uomo puoi acquistare un’ora di lavoro, puoi rubargli giornate intere, oppure puoi portargli via la sua intera vita, ma nessuno può appropriarsi di qualcosa di così prezioso come un singolo momento. Le cose stanno così.”
Paura più grande:
Paul teme molto di poter rendere triste i suoi cari a causa di un suo incidente in volo. Per lui è difficile parlarne: se non seguisse la sua passione sarebbe infelice, e di certo non sarebbe questa la soluzione adatta. Si può dire che abbia una gran paura di non poter più camminare sul labile confine tra rischio eccessivo e vita ordinaria.

PUNTI DI PAUL


GARE

  
2010  Primo posto Red Bull Dolomitenmann (sezione parapendio)
2011  Terzo posto Red Bull X-Alps
2013   Primo posto Red Bull Dolomitenmann (sezione parapendio)
2014   Primo posto Red Bull Dolomitenmann (sezione parapendio)
2015  Terzo posto Red Bull X-Alps
2016   Primo posto Red Bull Dolomitenmann come squadra
2017  Terzo posto Red Bull X-Alps
2019 Terzo posto Red Bull X-Alps

 

PROGETTI

  
2012  Esperienza in altitudine: viaggio sulla Strada del Karakorum da sud a nord, parapendio nella Valle dell’Hunza e arrampicata e volo a Muztagh Ata
2014   Adriatic Circle: avventura con escursione e volo di 1.800 km da Ancona, Italia, percorrendo l’Appennino, le Alpi e i Monti Velebiti fino a Zadar, Croazia e ritorno ad Ancona con il traghetto
2015   primo Hike&Fly al Salto dell’angelo, Venezuela
2016   FlytoFly: bush Flying e parapendio in Alaska

“IL PARAPENDIO È PARTE INTEGRANTE DI TUTTE LE MIE AVVENTURE PERCHÉ TRASFORMA LE MONTAGNE IN UN PARCO GIOCHI”.

PAUL GUSCHLBAUER