FRANCOIS CAZZANELLI

NAZIONALITÀ: ITALIANA
DATA DI NASCITA: 31/01/1990
ATTIVITÀ: ALPINISMO, SCI ALPINISMO

BIO


Hai mai visto un bambino disegnare una montagna? Facci caso, la prossima volta: disegnerà una forma triangolare, piramidale, pura. Disegnerà il Cervino. François Cazzanelli, Franz per gli amici, è cresciuto a Cervinia, nella Valtournenche, proprio ai piedi di quella montagna che è un simbolo, un archetipo. Se sei un bambino un po’ curioso e cresci a Cervinia, beh, prima o poi ti verrà la tentazione di andare lassù, a scoprire com’è una montagna vista da vicino. Soprattutto se l’alpinismo è già nel tuo DNA da ben cinque generazioni: il nome dei Cazzanelli, da parte di suo padre, e dei Maquignaz, da parte di sua madre, è legato da quasi due secoli al mestiere di Guida Alpina e all’alpinismo.

Attività praticate:
Franz vive la montagna a 360° per tutto l’anno, soprattutto per sentirsi libero e sereno mentre si esprime su terreni sempre diversi. Dall’arrampicata sportiva allo scialpinismo (ha anche fatto parte della Nazionale Italiana), fino alle vie di misto: quando è in montagna si sente semplicemente a suo agio nel luogo a cui appartiene. Non solo sulle montagne di casa: ad oggi ha effettuato più di 10 spedizioni extraeuropee, dalla Patagonia agli ottomila dell’Himalaya, fino ad esplorare i massicci più remoti e sconosciuti del Sichuan. Il gioco, alla fine, è sempre lo stesso: giocare con i propri limiti, su tutti i terreni ed a tutte le quote. Ed è un gioco a cui vale la pena giocare.
Hobbies:
La vita di Franz ruota attorno al suo essere guida alpina ed alpinista. Quando è a casa gli piace rilassarsi passando del tempo con la sua fidanzata o passare una bella serata al bar con gli amici.
Luogo preferito:Luogo preferito:Luogo preferito:Luogo preferito:Luogo preferito:
Non importa dove, importa il quando ed il come: in montagna, quando sorge il sole e le vette si illuminano dei colori dell’alba.
Libro preferito:
“Volevamo Solo Scalare il Cielo" di Bernadette McDonald. Uno dei libri che gli ha aperto le porte dell’Himalaya.
Paura più grande:
La paura non è un nemico, soprattutto in montagna. La paura, quando la domini anziché esserne dominato, è quella cosa che ti fa ritornare a casa.

PROGETTI


2018 

Apertura della via “Il sole di Mezzogiorno” M5 - 6a 150 mt. Valtournenche;

Apertura della via “Burian” WI5 M8 150 mt. Cogne;

Everest, 8848 mt, con ossigeno, accompagnando l’astronauta italiano Maurizio Cheli;

Lhotse, 8816 mt, senza ossigeno;

Attraversata in velocità della cresta delle Grandes Murailles 23 km 3300 mt in 10 ore e 59 minuti con Kilian Jornet Bourgada.

2017  

Apertura della via “Livello inferiore” WI 4 M? R 100 mt. Valtournenche;

Apertura della via “Nuovi Orizzonti” WI 4+ M7 80 mt. Valtournenche;

Attraversata no stop Zermatt - Cervinia passando per la parete nord del Cervino (via Schimd M5 4+ 2850 mt);

Record di velocità sulla cresta Signal alla punta Gnifetti, 4554 mt, sul Monte Rosa in 4 ore e 40 minuti con Andreas Steindl;

Concatenamento 8 vette sopra i 4000 mt tra Zermatt e Saas Fee in 12 ore con Andreas Steindl;

Esplorazione del massiccio del Mynia Konka Sichuan. Salita in stile alpino di 6 vette inviolate tra i 5000 mt e i 6600 mt, con Emrik Favre e Francesco Ratti;

Apertura in stile alpino della via “Colpo Finale” 600 mt. WI 5 90° M sulla parete ovest del monte Edgar con Thomas Franchini e Matteo Faletti.

2016  

Honku Chuli Nup, 6730 mt, terza salita assoluta della montagna per la cresta sud-ovest 1300 mt. M4 90° in stile alpino;

Tentativo in stile alpino al Khimshung, 6700 mt, vetta ancora inviolata nella valle del Langtang. A 100 mt dalla vetta una scarica di sassi gli ha causato un grave infortunio, interrompendo l’impresa.

2015  

Lantamg rescue operation. Operazione di soccorso nella valle del Langtang in Nepal durante il tremendo terremoto che ha investito il Nepal nella primavera del 2015;

Prima ripetizione della via “Innocenzo Menabreaz” 220 mt 6a obbligatorio 6a+ max con Marco Farina e Nicolò Bongiorno.

2014  

Apertura della via “La Cicci” 230 mt 7a+ max 6b+ obb., punta Alexis, monte Bianco, con Marco Farina e Marco Bernardi;

Ripetizione della via “Gogna – Cerrutti” (decima assoluta, prima italiana), con Marco Majori e Marco Farina.